Attività

La parrocchia è dedita in modo particolare all'organizzazione ed allo svolgimento delle seguenti attività:

Il Consultorio e Centro di Assistenza "Barone Gabriele Ussani d'Escobar"

orari di apertura

Il Consultorio e Centro di Assistenza "Barone Gabriele Ussani d'Escobar" Via Orti della Farnesina, 2

Il Consultorio e Centro di Assistenza "Barone Gabriele Ussani d'Escobar", gestito dal Sovrano Militare Ordine di Malta è aperto:

Martedì: dalle ore 10.00 alle ore 12.00 per la distribuzione di generi alimentari, concordata con il Centro d'Ascolto.
Venerdì: dalle ore 15.30 alle ore 17.30, per attività di consultorio e consulenza.

Autore: GranMadreDiDio
Data: 18-02-2008 13:19
Visualizzazioni: 4056
Categorie:  attività parrocchiali

Per tutti gli adulti nei 5 lunedì di quaresima ore 21 offriremo un breve Corso base di Liturgia. Il programma completo sarà diffuso insieme con le iniziative per la quaresima.

Virtual Tour

Virtual Tour

Contatti

PARROCCHIA GRAN MADRE DI DIO

Via Cassia 1 - 00191 ROMA
tel. 06-33.39.340
email: info@granmadredidio.it

Ponte Milvio
OFFERTE:

C/C Postale: 67002006
intestato a
"Parrocchia Gran Madre di Dio, via Cassia, 1 - 00191 Roma"

Bonifico bancario:

Credito Valtellinese 

IBAN:
IT15 L052 1603 2100 0000 0005 603
BIC (Swift): ARTI IT M 2

intestato come sopra

Dopo l’appello del CONSIGLIO ECONOMICO di domenica 5 Febbraio per un contributo mensile ogni prima domenica del mese per le diverse NECESSITA’ DELLA PARROCCHIA sono state raccolte 116 BUSTE PER UN TOTALE DI € 1897,20 che sono a disposizione del parroco per la messa a norma della sala teatrale

Prendiamo atto con soddisfazione che finalmente è stato aperto un varco in Via della Farnesina – Via Orti che permette con il lento transito di auto e di servizi pubblici un ritorno alla quasi normalità nella vita del quartiere e consente un collegamento reale tra il nord ed il sud del territorio parrocchiale. Diamo il bentornato alle famiglie delle case che erano state sgombrate che riprendono in modo quasi normale il loro tran tran quotidiano.

Non dobbiamo però dimenticare le nove famiglie che hanno perso tutto e che hanno, oltre alla difficoltà di un futuro non roseo, anche l’onere dello sgombero delle macerie di quella che era la loro abitazione, il luogo di incontro della famiglia e degli affetti più cari.

Ringraziamo vivamente quanti, sostenuti dall’impegno del parroco, si sono fatti parte attiva perché si giungesse, in tempi ragionevoli, ad una prima concreta apertura, con l’auspicio che presto la viabilità sia consentita nel modo più ampio e sicuro possibile.